Il 12% degli inglesi non vede il 3D

Secondo una ricerca svolta da The Eyecare Trust, circa il 12% della popolazione inglese non sarebbe in grado di vedere correttamente le immagini 3D a causa di vibrazioni eccessive degli organi oculari.

"La tecnologia 3D si basa sull'abilità dei nostri occhi di lavorare in perfetta coordinazione tra loro per permettere al nostro cervello di ottenere un'accurata percezione della profondità" ha annunciato uno studioso.
"Comunque sia, più di una persona su dieci (12%) ha problemi ed impedimenti visivi tali da non permettere al cervello di processare correttamente le immagini singole trasmesse attraverso gli occhi. Questo porta ad una inconsistente visione delle tre dimesioni spaziali (altezza, larghezza e profondità), necessaria per godere appieno dei film e dei videogiochi in 3D."

L'industria elettronica comunque non sembra preoccuparsene, con Ubisoft/i> che ha dichiarato che il 3D diverrà la tecnologia standard entro i prossimi tre anni nonostante un recente sondaggio abbia mostrato come oltre il 70% dei consumatori Giapponesi si terrà alla larga da essa finchè sarà necessario l'uso di speciali occhialini per la visione delle suddette immagini.

Sony stessa segue molto da vicino lo sviluppo della faccenda, tanto che ha già aggiornato il firmware di PlayStation 3 aggiungendo la possibilità di mostrare giochi in 3D ed avendo osannato a lungo questa nuova introduzione durante la conferenza stampa del mese scorso svoltasi durante l'E3 di Los Angeles.



Tags:
caricamento in corso...

 
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.