Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Dungeon Keeper non deve più essere pubblicizzato come free-to-play

Dungeon Keeper non deve più essere pubblicizzato come free-to-play

Dungeon Keeper (mobile)

APPLE

Strategico

Italiano

Disponibile

A cura di Pietro Guido “Raxias” Gualano del 02/07/2014
In base a una recente sentenza dell'Advertising Standards Authority EA non potrà più pubblicizzare la versione iOS di Dungeon Keeper presentando il gioco come free-to-play. Il motivo? Si tratterebbe di pubblicità ingannevole dal momento che il titolo è stato considerato di fatto come un gioco non free-to-play. Ecco la parte finale della sentenza emessa dall'ASA:

"Il gioco non deve più essere pubblicizzato come se fosse un free-to-play. Electronic Arts deve assicurarsi che nelle future pubblicità vengano messe bene in evidenza le limitazioni subite dagli utenti che non spendono denaro. Infatti è estremamente probabile che i giocatori, arrivati a un certo punto, non abbiano più la possibilità di eseguire nessun tipo di azione senza aspettare un periodo di tempo che diventa sempre più lungo. Abbiamo ritenuto che la lunghezza dei tempi fosse superiore a ciò che ci si potrebbe ragionevolmente aspettare da un vero titolo free-to-play."