Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Uccide per gli <b>iPhone</b>

Uccide per gli iPhone

iPhone
A cura di Pasquale “P.squalo” Fabbozzi del 05/03/2012
Vittima di un ambulante truffaldino, un giovane di 29 anni della città di Zhengzhou (Cina), dopo aver scoperto che l'iPhone acquistato era un dispositivo falso, si fa giustizia da solo usando un grosso coltello da cucina. Due ore dopo la consumata vendetta, la polizia arresta il sospetto, un tale di nome Feng.

Il malcapitato ha spiegato alla polizia che durante la ricerca del rivenditore truffaldino, si è imbattuto in un altro gruppo di rivenditori di cellulari falsi che utilizza lo stesso metodo di raggiro. Cercando di ottenere delle spiegazioni ed il nome dell’uomo che lo aveva truffato, il gruppo di truffatori lo ha messo al tappeto, iniziando a picchiarlo. Allora, Feng tira fuori il coltello ed aggredisce prima una persona colpendola al torace e dopo un secondo uomo alle gambe, entrambi gli uomini tireranno le cuoia.