Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
<b>Foxconn</b> nasconde la verità?

Foxconn nasconde la verità?

Apple
A cura di Francesco “Mastelli Speed” Ursino del 22/02/2012
Una nuova notizia negativa per la Foxconn, produttore taiwanese divenuto tristemente famoso per le irragionevoli condizioni imposte ai propri lavoratori.
Secondo quanto riportato da AppleInsider, infatti, alcuni lavoratori hanno denunciato irregolarità svoltesi durante l'indagine delle strutture del produttore da parte della Fair Labor Association. Il project officer della Students & Scholars Against Corporate Misbehavior (SACOM), Debby Sze Wan Chan, ha riportato le lamentele di alcuni lavoratori, i quali avrebbero affermato che la Foxconn fosse stata "preparata per l'ispezione", avendo nascosto i lavoratori minorenni. "Tutti i lavoratori minorenni, tra i 16 e i 17 anni, sono stati mandati in altri reparti", riporta infatti Chan.

Ricordiamo che di recente la Apple, partner della Foxconn, ha comunicato tramite il CEO Tim Cook che la compagnia "tiene a ogni singolo lavoratore della supply chain". A queste parole, Chan risponde: "Per la maggioranza del tempo i lavoratori sono consapevoli della presenza Apple dentro le fabbriche; il problema però non è costiuito dal fatto che la Apple non conosca i problemi dei propri fornitori: semplicemente, non se ne preoccupa".